Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

Museo Storico Italiano della Guerra | Rovereto

Museo Storico Italiano della Guerra

MUSEO STORICO ITALIANO DELLA GUERRA
Questo museo fa parte della Rete dei Musei della Grande Guerra in Trentino

APERTURA

da martedì a domenica: 10-18;
chiuso: lunedì non festivi, 24, 25, 31 dicembre, 1° gennaio;
sezione Artiglierie della Grande Guerra visitabile da maggio a ottobre;
aperture straordinarie: lunedì 29 dicembre 2014 e lunedì 5 gennaio 2015 con orario 10-18

DOMENICHE AL MUSEO DELLA GUERRA
Tutte le domeniche del periodo natalizio (dal 7 dicembre 2014 al 4 gennaio 2015) alle ore 15.00 il Museo propone delle visite guidate.
Non è necessario prenotare: è sufficiente presentarsi presso la biglietteria del Museo; la visita dura circa 1 ora e costa 8 euro (compreso il biglietto di ingresso; per i bambini fino ai 6 anni l’entrata è gratuita; per i ragazzi tra i 6 ed i 18 anni il biglietto di ingresso è di 2 euro). La proposta è valida per i primi 30 visitatori che si presenteranno alla biglietteria.

AL MUSEO CON MAMMA E PAPA'
Insieme agli altri musei di Rovereto anche il Museo della Guerra propone diversi appuntamenti dedicati ai bambini. Si tratta di attività che i più piccoli possono fare insieme agli adulti che li accompagnano nelle sale del Museo e nel Castello. Per il calendario e le informazioni per prenotare le attività vedi il Calendario negli allegati.


Tra i più importanti musei storici italiani, ha una ricca collezione di materiali della Grande Guerra e una sezione dedicata all’artiglieria. Dotato di archivio e biblioteca, promuove ricerche, cura pubblicazioni e propone numerose attività rivolte alle scuole. Allestito nel Castello di Rovereto, espone un’ampia raccolta di armi di età moderna.

In occasione del Centenario il museo ha riaperto una delle sue sale più antiche che ospita l’allestimento “La guerra sul fronte italo-austriaco 1915-1918”; inoltre ha prorogato la mostra temporanea “Pasubio 1915-1918. La lunga battaglia”. Sta collaborando con altre istituzioni alla realizzazione della mostra “La guerra che verrà non è la prima. La Grande Guerra 1914-1918” che sarà inaugurata al MART di Rovereto a partire dal 4 ottobre 2014.

Il museo fu ideato nel 1919 da un gruppo di cittadini roveretani; da allora è retto da un’Associazione. Fu inaugurato da Vittorio Emanuele III il 12 ottobre 1921. Nei decenni successivi, ha esteso il proprio interesse ai conflitti dall'età moderna alle guerre coloniali, alla Seconda guerra mondiale. Espone armi e uniformi, fotografie ed opere pittoriche, documenti e cimeli. Propone mostre temporanee, promuove studi e ricerche, cura la pubblicazione di opere a carattere storiografico e documentario, partecipa a produzioni cinematografiche. Ha sede nel castello di Rovereto ed è organizzato in sezioni. La Grande Guerra (1914-1918) costituisce uno dei temi centrali. La visita completa richiede circa due ore.

ATTIVITÀ E SERVIZI

È presente un ricco bookshop con le edizioni del museo e numerose pubblicazioni sulle vicende storiche del Trentino nei due conflitti mondiali.
Il museo propone visite guidate per gruppi e scuole su prenotazione (tel 0464 488041), organizza cicli di conferenze, incontri di approfondimento e corsi di formazione. Gli archivi e la biblioteca sono accessibili su prenotazione (tel 0464 438100).

CONVENZIONI

Il museo aderisce alla Trento-Rovereto Card e alla Guest Card Trentino e partecipa all'iniziativa “4 Musei con lo sconto!”, insieme al museo di Forte Belvedere-Gschwent di Lavarone, il Centro di Documentazione di Luserna e Base Tuono di Folgaria.

PERCORSO DI VISITA

1| Armi e soldati dal Medioevo alla Rivoluzione francese
Nel Torrione Marino del Castello due sale sono dedicate all’armamento dei soldati europei tra la fine del 1500 e gli inizi dell’Ottocento. Nel Torrione Malipiero è esposta una selezione di materiali di armamento risalenti al periodo tra l’età neolitica e l’alto medioevo.

2| Armi e soldati nell’Ottocento
La trasformazione della guerra e delle armi da Napoleone I alla Grande Guerra. Dal fucile a pietra focaia alla prima mitragliera della guerra di Secessione americana, alle armi a ripetizione.

3| Il Risorgimento in salotto
Il racconto del Risorgimento italiano attraverso ceramiche, quadri e oggetti che celebrano gli episodi militari e i personaggi che li hanno animati.

4| La Grande Guerra
Le ragioni per cui il conflitto 1914-1918 fu chiamato “Grande Guerra”. Tra gli oggetti più suggestivi, l’aereo italiano Nieuport 10. Un film mostra la visione del mondo dal cielo che gli aviatori sperimentarono per la prima volta.

5| 1918
L’anno della riorganizzazione dell’esercito italiano dopo la sconfitta di Caporetto nell’ottobre 1917. Nelle vetrine, uniformi degli eserciti impiegati sul fronte italo-austriaco, mitragliatrici e materiali d’archivio.

6| Vita di trincea e campi di prigionia
Maschere antigas, corazze, pinze tagliafili, trappole antiuomo e altre armi di trincea. I prigionieri di guerra italiani nei disegni del pittore Pietro Morando.

7| Propaganda e sanità
Materiali a stampa che documentano la “guerra parallela” combattuta con la propaganda. Sono esposti materiali sanitari e un raro esemplare di macchina a raggi X.

8| La guerra sul fronte italo-austriaco 1915-1918
Le vicende sul fronte italo-austriaco. La centralità della memoria della guerra nel discorso pubblico del nostro Paese fino agli anni Trenta.

9| Artiglierie della Grande Guerra
Da maggio ai primi di novembre, in un rifugio antiaereo ai piedi del Castello, bombarde, mortai, obici e cannoni italiani, austro-ungarici, tedeschi, francesi e inglesi della Prima guerra mondiale. Nell’antistante piazza Podestà, un gigantesco mortaio austro-ungarico Skoda da 30,5 cm.
 

 

4 Musei con lo sconto

 

 

 
 

Info

MUSEO DELLA GUERRA DI ROVERETO

Rovereto, via Castelbarco 7

Tel. +39 0464 438100
www.museodellaguerra.it

APT ROVERETO E VALLAGARINA

Rovereto TN

Tel. +39 0464 430363
www.visitrovereto.it
info@visitrovereto.it