Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

Paese di guerra, paese in guerra: Levico e il primo conflitto mondiale

Paese di guerra, paese in guerra: Levico e il primo conflitto mondiale
26-03-2016 - 01-05-2016Levico Terme

PAESE DI GUERRA, PAESE IN GUERRA: LEVICO E IL PRIMO CONFLITTO MONDIALE
Dall’anteguerra al profugato (Capitoli 1 e 2 di 4)

Forte delle Benne
Levico Terme, località Belvedere

Periodo e orario d’apertura:
dal 26 marzo 2016
sabato, domenica e festivi| 10.00-12.30 / 14.00-18.00

Provincia Autonoma di Trento
Comunità di Valle Alta Valsugana-Bérsntol
Comune di Levico Terme
Associazione Culturale Chiarentana di Levico Terme

A cura di Carolina Cattoni, Elisa Corni, Francesco Filippi, Paola Vettorazzi, Leonardo Vinciguerra

La mostra “Paese di guerra, paese in guerra” è il frutto di un lavoro collettivo, partito dagli archivi, passato attraverso i laboratori degli artisti e realizzato grazie all’associazionismo culturale.
Si snoda all’interno della struttura ottocentesca del Forte delle Benne, tra pannelli storici e opere d’arte che si fondono assieme nelle evocative sale del forte per raccontare e narrare le vicende di una città, Levico, e dei suoi abitanti. Una città luogo di confine tra l’Impero Austro-Ungarico e Regno d’Italia, che fu gradualmente militarizzata. Dai forti sul territorio, alle caserme nel centro abitato, per finire con lo sfollamento forzato delle popolazioni civili.

Una serie di pannelli storici con fotografie e documenti anche inediti, con testimonianze e infografiche originali ripercorre le vicende dei levicensi e della loro città dall’Ottocento al 1915 quando il paese fu sfollato e rimasero solo i militari. Nelle santabarbare del forte Mitterndorf, Braunau e Katzenau fanno da sfondo alle vite di donne, anziani e bambini lontani da casa.

All’esposizione storica si affianca la mostra d’arte, che propone una nuova prospettiva sui terribili eventi accaduti cento anni fa attraverso l’installazione di opere d’arte contemporanea. Le installazioni, realizzate in altrettanti spazi all'interno del Forte delle Benne, offrono un nuovo punto di vista su argomenti che richiamano le vicende della Grande Guerra nella zona del comune di Levico: le paure e le superstizioni dei soldati in servizio nel forte o nelle trincee, il viaggio di chi lasciava la propria casa come soldato o come profugo senza sapere se vi avrebbe fatto ritorno, e la grandezza di quegli eventi, che coinvolsero tutti.

Curatori, artisti e storici hanno collaborato per trovare un linguaggio comune, adatto alle specificità del sito in cui l’iniziativa si colloca. Il Forte delle Benne, da poco restaurato, offre infatti ai visitatori una cornice unica.

La mostra si colloca nel quadro dell’accordo di programma siglato fra la Provincia Autonoma, la Comunità di Valle Alta Valsugana-Bérsntol e il Comune di Levico Terme per realizzare iniziative culturali legate al Centenario della Grande Guerra.

Anche in questo 2016 la mostra, unitamente al forte, sarà visitabile grazie alla partecipazione del Consorzio Commercianti di Levico e degli Albergatori di Levico.

Curatori

Carolina Cattoni, laurea magistrale in Storia presso l’Università degli studi di Trento con una tesi sulla scuola a Levico tra periodo asburgico e regime fascista; insegnante di spagnolo.

Elisa Corni, laurea in filosofia con una tesi di filosofia della scienza, master in giornalismo scientifico digitale; giornalista e redattrice del progetto europeo La Grande Guerra+100.

Francesco Filippi, laurea triennale in storia e magistrale in filosofia; si occupa di didattica extra-scolastica e collabora con la Fondazione Museo Storico per la quale ha curato la mostra “Pura, forte, salubre acqua”.

Leonardo Vinciguerra, laurea magistrale in storia presso l’Università degli studi di Trento con una tesi su Levico tra guerra e primo dopoguerra; insegnante nella scuola di primo grado.

Paola Vettorazzi, laurea magistrale in Storia dell’Arte presso l’Università di Padova con una tesi sul profumo nella storia dell’arte; operatrice didattica e curatrice di mostre d’arte.

 

Informazioni:
Azienda per il Turismo Valsugana Lagorai – Terme – Laghi
Via Vittorio Emanuele, 3, 38056 Levico Terme TN
tel. +39 0461 727700
Levico Storiacultura | levicostoriacultura@gmail.com

Per visite guidate infrasettimanali (servizio riservato a gruppi e scolaresche) contattare APT Valsugana (0461 727700) oppure levicostroriacultura@gmail.com o il 3280540698 (Elisa).
 

 
 
Paese di guerra, paese in guerra: Levico e il primo conflitto mondiale
Paese di guerra, paese in guerra: Levico e il primo conflitto mondiale
Paese di guerra, paese in guerra: Levico e il primo conflitto mondiale