Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito
27-12-2014Lavarone

ore 17.30
sala del Municipio

No alla guerra è il monito che gli artisti della mostra “NO WAR 1914-2014” affermano con forza. La mostra si terrà a Lavarone (TN) dal 27 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015, e non è un caso che gli artisti di NO WAR ci accompagnino all’anno nuovo, auspicando così, non solo emotivamente ma anche simbolicamente, un passaggio che sia una via di uscita, una soluzione a uno dei più nefasti caratteri dell’esistenza umana: la guerra. La guerra è un carattere dell’esistenza che distingue la ‘civiltà umana’ dagli animali, i quali forse, in una dialettica in cui prendono parte inconsapevolmente, ci suggeriscono un possibile rimedio al male della nostra Cultura, vale a dire il ritorno alla Natura e al rispetto delle sue regole. Un ritorno al rispetto non solo per gli altri esseri umani, che non devono subire prevaricazioni di sorta, ma anche per l’ambiente in cui essi vivono che è parte della loro identità, o meglio, integrità personale. La guerra distrugge uomini e cose.
In questa luce, la mostra si pone già di per sé come messaggio, come contenuto e non contenitore, come auspicio alla realizzazione di quel valore universale che è la Pace. Gli artisti che vi partecipano sono accumunati dalla ricerca di un messaggio che manifesti la loro e la nostra necessità interiore, il nostro bisogno spirituale di rendere concreto questo valore per noi inoppugnabile. NO WAR, amalgamando differenti prospettive artistiche e diversi linguaggi che parlano di un unico contenuto comune, s’impegna proprio nel documentare questa esigenza collettiva fortemente sentita, ovvero che la Pace divenga il carattere distintivo di una civiltà matura.
Qui l’arte traduce/trasforma/eleva il ‘semplice’ atto comunicativo a atto etico, la cui forza poietica trasforma il segno e la forma in contenuto, in valore, e offre allo spettatore un contributo alla propria consapevolezza.
Alla mostra, patrocinata dal Comune e dalla Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri e supportata dalla Biblioteca Comunale di Lavarone, partecipano circa venti artisti provenienti da varie regioni di Italia, di cui la maggior parte pittori e scultori.

Saranno presenti con le loro opere:
Cavalieri Claudio - Ober Paolo - Broll Sabrina - Pallaro Aldo - Osele Gianpaolo - Molin Christian - Nones Marco - Sark Paul - Merler Marianna - Polo Gentile - Roncher Arnaldo - Demattio Rita - Adessi Annamaria - Bettega Giacomo Jah - Zanghellini Roberta - Piazza Roberto - Negriolli Pierluigi.

La mostra sarà inaugurata sabato 27 dicembre alle ore 17.30 presso la Sala del Municipio di Lavarone. La presentazione sarà a cura di Marco Cruciani; nel corso del pomeriggio anche le stimolanti performance di Paul Sark.

Informazioni:
Comune di Lavarone
fraz. Gionghi, 107 Lavarone (Tn)
tel +39 0464 783179
protocollo@cert.comune.lavarone.tn.it