Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito
san rocco

Il forte si trova a sud dell’abitato di Villazzano sulla cima del colle che domina sia la strada per la Valsorda che la Valle dell’Adige e dove un tempo si trovava Castel Cedra, distrutto nel XIII secolo.
Nasce per controllare, con l'aiuto dei forti di Mattarello, sia il solco della Val d'Adige sia la strada proveniente dalla Valsorda in appoggio ai forti Doss Fornas e Brusaferro.
A pianta esagonale, il forte era in pietra calcarea e calcestruzzo, con una struttura disposta verticalmente su diversi piani, a formare una soluzione circolare interna che doveva supportare la cupola.
Articolata in un'opera alta ed una bassa collegate tra loro da una gradinata esterna e da un corridoio interno, l'opera possedeva notevole gusto architettonico e decorativo per il monumentale interno con volti in cotto a botte. Il portone in ferro di ingresso dava su una corte d’armi dalla quale partiva una scala in roccia che conduceva all’edificio con locali di servizio del forte.
Armamento:
2 cannoni da 12 cm in cupola e quattro da 15 cm in barbetta. Guarnigione: 4 ufficiali e 134 soldati.
Come raggiungerlo:
dalla strada per la Valsorda, prima della salita di San Rocco girare a destra.
Progetto di recupero e Parco Botanico

 
 

Info tecniche

Sbarramento:  Trento

Anno di costruzione:  1881-1883

Visitabile:  accessibile

san rocco