Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

Il forte si trovava sul versante settentrionale del Monte Calisio la cui dorsale, tra il 1915 ed il 1916, fu interessata da lavori di fortificazione campale.
Controllando la strada Civezzano-Monte Vaccino, il forte provvedeva alla difesa del settore settentrionale della Fortezza di Trento. Inoltre completava la difesa verso la Valsugana impedendo l'eventuale aggiramento da nord della gola del Fersina.
Era una casamatta di pietra, costruita con materiale ricavato sul posto, dotata di centrale elettrica e telefonica, di cucina e di magazzini, locali per la truppa, servizi e deposito idrico. Le cannoniere erano nel muro di cinta scoperto. Il forte fu fatto saltare dagli austriaci all’inizio del conflitto ed i pezzi vennero piazzati in caverne scavate nella roccia.
Armamento:
6 cannoni da 9 cm M 75/96. Guarnigione: 3 ufficiali e 95 soldati
Come raggiungerlo:
da Trento verso Cognola e successivamente Tavernaro, Villa Montagna e Maso Curaziale. In alternativa si passa per Martignano, Montevaccino di Sopra fino al bivio per Santa Colomba. Al bivio successivo si prende a sinistra, si oltrepassa una selletta e si giunge presto dinanzi ai resti della fortificazione.

 
 

Info tecniche

Sbarramento:  Trento

Anno di costruzione:  1882-1884