Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito
Sacrario militare Trento

Il sacrario militare è situato nel Cimitero comunale di Trento. Raccoglie 3.202 caduti, di cui 1.580 ignoti, esumati da 34 cimiteri di guerra. Fu progettato nel 1930 dall’architetto trevigiano Pietro del Fabbro e inaugurato il 4 novembre 1932.
Ha l’aspetto di un tempio ed è preceduto da un viale alberato. L’ingresso presenta due colonne doriche e sulla facciata spicca una grande iscrizione. All’interno si trova un altare di bronzo, opera dello scultore trentino Silvio Zaniboni, sorretto da tre statue simboleggianti la Tenacia, la Fede e la Forza. Sulla parete dietro l’altare è incisa una grande croce con i nomi dei caduti della Legione trentina: tutt’intorno, i loculi con le spoglie di 1616 soldati identificati. Lateralmente si aprono due cappelle con le tombe dei soldati senza nome. Due scale a chiocciola portano alla sottostante cripta, dove una statua raffigura una donna che reca tra le braccia un uomo morente. Sedici grandi loculi riportano i nomi di caduti mentre sulle pareti sono incisi i nomi di montagne e di luoghi della Grande Guerra.
 

 
 
Sacrario militare Trento