Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito
Sul fronte dei ricordi - Moena

SUL FRONTE DEI RICORDI
Questo museo fa parte della Rete dei Musei della Grande Guerra in Trentino

APERTURA
da luglio a settembre mercoledì 10-12.30, venerdì 17-19; in altri periodi su prenotazione.

L’Associazione storica “Sul fronte dei ricordi” cura a Someda (comune di Soraga) un museo di cimeli e reperti e valorizza il fronte Costabella-Cima Bocche con la mostra fotografica “Guerra alla guerra”. In occasione del Centenario, parte dei materiali dell'Associazione sono esposti, accanto alle collezioni dell’Istituto Culturale Ladino, a Moena nella mostra  “1914-1918 La Gran Vera. La Grande Guerra: Galizia – Dolomiti”, presso il Teatro Navalge.

La mostra-museo di Someda (Moena) venne aperta nel 2007. Con il fondatore Livio Defrancesco collaborano i componenti dell’associazione storica “Sul fronte dei ricordi”. La collezione, costituita inizialmente da raccolte personali, si è arricchita con i reperti ritrovati durante i lavori di ripristino e manutenzione di postazioni del vecchio fronte Costabella – Cima Bocche.

La mostra espone armi, munizioni e divise, oggetti d’uso comune della vita del soldato e illustra il contesto del paese di Moena che per quasi tre anni fu retrovia della prima linea. All’interno dell’esposizione sono stati ricostruiti un nido di mitragliatrice, un segmento di trincea, una camerata. Il museo offre suggerimenti al visitatore che desideri percorrere in quota quanto rimane del teatro di battaglia. È un ponte verso il ricco patrimonio di manufatti, sentieri, trincee ancora presenti sulle montagne circostanti.

Nel 2005 l’associazione storica ha allestito la mostra fotografica “Guerra alla guerra”, in una galleria del Sasso di Costabella a 2730 metri di quota. Si tratta di una raccolta di fotografie e di testi pacifisti che l’anarchico tedesco Ernst Friedrich espose per la prima volta a Berlino nel 1924. Inserite oggi lungo il vecchio fronte, ove è più facile immaginare gli orrori e le sofferenze della guerra, queste immagini assumono una forza particolare.

Nella zona di Costabella, Cima Bocche e nella frazione di Fango (sulla strada che collega Moena al Passo di San Pellegrino), sono visibili numerosi sistemi trincerati. La zona di Costabella è caratterizzata da trincee di cresta, talvolta esposte, in ambiente di alta montagna. La loro visita richiede un equipaggiamento adeguato e una buona tecnica alpinistica. Il territorio di Bocche è meno esposto, ma sempre in ambiente di alta quota e raggiungibile solo con lunghe camminate. La zona di Fango è invece accessibile a tutti, con trincee che si snodano attraverso boschi e pascoli, poco distanti dalla strada provinciale.
Al passo di Lusia (zona Bocche) è stato da poco collocato il monumento ai caduti moenesi della Prima guerra mondiale, che si trovava originariamente nel cimitero di Moena. Nel comune di Vigo di Fassa è visitabile il cimitero militare austro-ungarico di Santa Giuliana, che raccoglie le spoglie di molti caduti sul fronte di Costabella.

ATTIVITÀ E SERVIZI
Il museo di Someda offre un piccolo bookshop fornito di opere dedicate all’ambito locale; in estate propone ai turisti delle visite guidate sui percorsi della Prima guerra mondiale.

 

 

 
 

Info

SUL FRONTE DEI RICORDI

Moena - Someda, Stala de la Nenola

Tel. 334 8222082
www.frontedeiricordi.iI

MOSTRA “1914-1918 LA GRAN VERA”
Moena, Teatro Navalge
Tel. 0462 609770 APT Moena, 0462 760182 Museo Ladin de Fascia, 0462 565038 Ufficio Perle Alpine, 0462 573141 Comune di Moena
www.fassa.com
APERTURA: dal 13 luglio tutti i giorni 10-12.30 e 15-19; giovedì e domenica anche 21-23

APT VAL DI FASSA

Canazei TN

Tel +39 0462 609500
www.fassa.com
info@fassa.com