Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito
Ecomuseo del Chiese

La Valle del Chiese è stata teatro di combattimenti durante la Prima guerra mondiale essendo linea di confine tra l'impero Asburgico e il Regno di Italia. Tali vicende l'hanno segnata profondamente e tuttora resistono le testimonianze di quel periodo, costituite da forti, trincee, linee di sbarramento e mulattiere.
Questo suolo è stato calpestato da Napoleone, da Garibaldi, dagli eserciti austro-ungarico e italiano, dai fanti e dagli alpini, dai Corpi Franchi e dai Kaiserjäger.
Dei personaggi e dei grandi eventi del passato, il tempo ci ha lasciato preziose testimonianze. Il Cimitero monumentale di Bondo, il forte Larino di Lardaro, il forte Corno di Praso, il forte Carriola a Pieve di Bono e ancora, il Museo della Grande Guerra di Bersone offrono una più approfondita conoscenza della Prima guerra mondiale.

Escursione a Forte Larino e a Forte Corno attraverso il sentiero di collegamento
Visita guidata a Forte Larino: il forte si trova sul fondovalle a circa 700 m di quota e si estende su una superficie di circa 1000 mq. La costruzione inizia nel giugno del 1860 e termina nel maggio del 1861 allo scopo di sbarrare la strada proveniente dalla Lombardia.
Escursione lungo il sentiero di collegamento (dislivello di 400m)
Visita guidata a Forte Corno: situato a quota 1069 sul versante destro della Valle del Chiese, fu concepito allo scopo di integrare il precedente sbarramento costituito dai forti Larino, Revegler e Danzolino. È una fortezza di montagna molto ardita realizzata su 5 livelli per un volume di 22.000 metri cubi. La visita a Forte Corno, viste le caratteristiche del sentiero di collegamento e della fortezza, è da considerarsi come un’escursione.
Note tecniche: impegno E (Escursionisti), escursione non difficile, che tuttavia può anche essere lunga per ore di cammino, per dislivello, o per entrambi, che può avere terreno a tratti accidentato. Abbordabile ma adatta a chi non teme un po' di impegno e una sana fatica: le caratteristiche dell'escursionista “normale”. Materiali ed attrezzatura necessari: Scarponcini da trekking, Giacca da montagna con cappuccio, Occhiali da sole e crema da sole con filtro anti UV, pranzo al sacco (si consigliano alimenti facilmente digeribili ed assimilabili), borraccia con almeno un litro di bevanda tipo thè, maglietta di ricambio, maglia in pile, guanti leggeri in pile, ombrellino
Durata: 1 giornata
Pranzo al sacco

Visita a Forte Larino, al Cimitero austro-ungarico di Bondo e al Museo della Grande Guerra in valle del Chiese
Visita guidata a Forte Larino – Lardaro: il forte si trova sul fondovalle a circa 700 m di quota e si estende su una superficie di circa 1000 mq. La costruzione inizia nel giugno del 1860 e termina nel maggio del 1861 allo scopo di sbarrare la strada proveniente dalla Lombardia.
Visita guidata al Cimitero monumentale austro-ungarico di Bondo: costruito a partire dal 1916 per iniziativa del comandante austriaco Theodor Spiegel ospita 698 salme di soldati (5 ignoti) e presenta una struttura simbolica di grande interesse.
Visita guidata al Museo della Grande Guerra in valle del Chiese, Bersone: “Vuoi la pace? Impara a conoscere la guerra”: è questo il motto racchiuso fra le mura del Museo. Dei soldati che hanno perso la vita sui pendii e sui nevai troviamo piastrine di riconoscimento, baionette, bombe a mano, proiettili, stufe e una ricca quantità di oggetti d’uso personali.
Durata: 1 giornata
Pranzo al sacco
Costo: 7,00 € a persona

Visita a Forte Larino e a scelta tra Cimitero austro-ungarico di Bondo o Museo della Grande Guerra in valle del Chiese
Durata: mezza giornata

 
 

Info

Ecomuseo della Valle del Chiese
Iniziative e Sviluppo Società Cooperativa

Tel. 0465 670127
turismo@ies.tn.it