Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

TUTTE LE SUGGESTIONI DI FORTE COLLE DELLE BENNE

Werk Colle delle Benne

Restituito alla comunità nel suo splendore sabato 9 agosto, il forte austro-ungarico di Levico apre al pubblico con diverse iniziative. L’inaugurazione ufficiale avrà luogo nel mese di settembre, ma nel frattempo la popolazione e gli ospiti potranno visitare la struttura ultracentenaria di fine Ottocento che veglia sul centro abitato della cittadina levicense.

È ora infatti possibile accedere alla struttura durante i fine settimana grazie all’impegno dell’Associazione culturale Chiarentana di Levico, venerdì pomeriggio, sabato e domenica dalle 9 alle 13 oltre a realizzazioni di eventi ad hoc. Storici e appassionati effettueranno visite guidate, anche in lingua inglese e tedesca, oltre a trekking storici, momenti di approfondimento e di conoscenza delle vicende che hanno caratterizzato la vita di questa struttura.

Il Col delle Benne è un forte militare austroungarico, situato nei pressi della località Ronchi nel territorio comunale di Levico Terme ed appartiene allo "Sbarramento di Tenna" importante tassello importanti del complesso sistema di fortificazioni austriache al confine italiano. Edificio imponente, fu costruito tra il 1880 e il 1882 ed ampliato nei primi anni del ‘900. Il progetto aveva seguito il classico schema dell'epoca: costruito su 4 piani, era presente un lungo corridoio protetto da dove si aprivano dei grandi stanzoni laterali (per un totale di 47). In cima, erano presenti 3 cupole girevoli che ospitarono inizialmente due obici da 100 mm e un osservatorio. Dall'altro lato, era stata costruita anche una casamatta per 4 cannoni da 120mm in batteria. Era inoltre dotato di una linea di trincee, con annessa strada bianca, che risaliva fino alla Busa Granda (a 1500 m) vicino a Vetriolo.
Fra passaggi rinforzati e casematte, il Forte delle Benne era dotato di stazione telefonica, elettricità generata grazie a motore a benzina, depositi stagni per le munizioni e una logistica all’avanguardia.

Info: www.visitvalsugana.it

Fonte: Ufficio Stampa Trentino Marketing