Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

A TRENTO LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO VAST

Progetto VAST

 Nonostante i danni della Prima guerra mondiale e quelli provocati dall’asporto di ferro durante il periodo del fascismo, è ora possibile ammirare alcuni forti e tunnel degli altipiani di Luserna, Lavarone e Folgaria nella loro originale complessità ingegneristica, grazie all’opera di ricostruzione digitale in 3D realizzata dai ricercatori della Fondazione Bruno Kessler (FBK) di Trento.
I risultati finali del progetto VAST (Valorizzazione Storia e Territorio), co-finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, saranno mostrati al pubblico mercoledì 13 maggio alle ore 17.15 nella Sala Conferenze di via Calepina, 1 a Trento.
Il progetto è stato realizzato dai ricercatori dell’Unità 3DOM del Centro Materiali e Microsistemi FBK in collaborazione con il Centro di Documentazione di Luserna, l'Istituto Cimbro (Kulturinstitut Lusérn) di Luserna, il Centro Internazionale Studi di Archeologia di Superficie di Padova e la Fondazione Forte Belvedere di Lavarone.
Durante i lavori, durati due anni, sono stati presi in considerazione i forti Sommo Alto, Dosso delle Somme (o Serrada), Cima Vezzena, Cherle (o Sebastiano), Verle e Luserna.
La presentazione mostrerà il percorso che ha portato dalla raccolta di dati storici e disegni presso l’Archivio Storico di Trento alla ricostruzione digitale in 3D dei forti e dei tunnel sugli altipiani.
Gli esperti hanno innanzitutto digitalizzato i disegni storici e, attraverso foto del passato e altri studi, hanno aggiunto le informazioni mancanti, relative ad esempio ad alcuni materiali di costruzione e alla forma della copertura dei forti. I ricercatori hanno poi realizzato una serie di rilievi sul campo tramite acquisizioni fotogrammetriche e scansioni laser e infine hanno integrato tutto il materiale per realizzare i modelli 3D. Questi ultimi sono stati inseriti nel modello digitale del territorio per dare un effetto maggiormente realistico.
Tutto il materiale prodotto è ora a disposizione del territorio per essere impiegato a fini di promozione, valorizzazione e sviluppo culturale degli altipiani.
Il progetto VAST ha infatti lo scopo di documentare, comunicare e valorizzare siti e monumenti della Prima Guerra Mondiale ed è nato nell'ambito di una serie di lavori sul territorio della provincia di Trento volti a promuovere lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Trentino e a stimolare attività culturali in grado di generare coesione, conoscenza e soprattutto partecipazione alla vita delle comunità.
Dopo la presentazione dei lavori del progetto VAST, durante l’appuntamento di mercoledì saranno illustrate anche le altre attività del Centro Documentazione di Luserna, incentrate soprattutto sulle mostre annuali di grande richiamo, sulle esposizioni permanenti di carattere storico, etnografico ed ambientale, sulle gestione con visite guidate della Casa Museo e Pinacoteca e sulla produzione di pubblicazioni attinenti alla comunità cimbra..

Per maggiori informazioni sul progetto VAST clicca qui.