Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

GORIZIA 22/24 MAGGIO | BORSA EUROPEA DEL TURISMO STORICO E DELLA GRANDE GUERRA

Borsa di Gorizia

 Al via la seconda edizione della manifestazione che propone in fiera a Gorizia una panoramica delle iniziative legate al turismo storico-culturale sui luoghi della Grande Guerra in Italia e non solo.
La Borsa si volge in concomitanza con “èStoria” il Festival Internazionale della Storia e prevede, oltre agli stand degli operatori del settore turistico provenienti da Trentino, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia, anche un ricco calendario di eventi, visite guidate e conferenze.

Il Trentino sarà rappresentato in uno spazio espositivo curato da Trentino Marketing con l’intento di far conoscere ai visitatori della fiera i luoghi più significativi legati al conflitto presenti sul territorio e le iniziative di valorizzazione ad essi collegate.
Proprio in quest’ottica, venerdì 22 maggio alle ore 18:30 in Piazza Battisti a Gorizia, viene proposto l’incontro “Dalla guerra alla pace: i Forti del Trentino si presentano” al quale partecipano l’Assessore alla Cultura della Provincia di Trento Tiziano Mellarini e il direttore della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi.
L’importanza dell’appuntamento è sottolineata anche dalle notizie diffuse prima dell’apertura della Borsa secondo le qualii Musei della memoria starebbero vivendo una vera e propria fase di boom”. Incoraggianti i dati relativi al Trentino, come quelli relativi al Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto: “I visitatori sono in notevole aumento da circa un anno e mezzo, – riferisce il direttore Camillo Zadra – niente di episodico, la crescita è iniziata a fine 2013 e prosegue in questo nuovo anno.
Nel 2014, in relazione ai 19 musei della Rete Trentino Grande Guerra, le visite sono state circa 250 mila, solo qui a Rovereto si è registrato un incremento del 55%». Un quadro complessivamente ottimo, confermato in questi primi quattro mesi da un progressivo aumento, che vede i 17 mila visitatori del 2014 raggiunti e abbondantemente superati dai quasi 28 mila del 2015 e una domanda sempre maggiore anche da parte delle scolaresche del Sud Italia.
Se a questi dati si aggiungono quelli della altre istituzioni che totalmente o in parte dedicano la loro attività al tema della Grande Guerra attraverso lo studio, la ricerca, l’esposizione di materiali e la valorizzazione dei siti storici, viene confermato il crescente interesse di chi sceglie il Trentino come meta di viaggio.
Tutte le informazioni sulla Borsa di Gorizia ed il calendario degli appuntamenti in programma sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione http://grandeguerra.nordesteventi.eu/