Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

LA GRANDE GUERRA IN VALSUGANA

Werk Colle delle Benne

 

Un museo a Borgo Valsugana, sette fortezze e diciannove punti di interesse storico sul territorio, dal Lagorai agli Altipiani, legati ad eventi e testimonianze del primo conflitto da scoprire e visitare.
 
Le montagne attorno alla Valsugana, dal Lagorai agli Altipiani di Vezzena e della Marcesina, cento anni dopo conservano ancora molti segni e testimonianze della Grande Guerra in questa parte di Trentino. Manufatti costruiti da entrambi gli schieramenti per consolidare le posizioni più avanzate occupate fin dalle prime settimane del maggio del 1915 e di fatto mantenute fino al 1917, con l’arretramento del fronte alpino a seguito degli eventi di Caporetto. Oggi molti di questi luoghi sono accessibili grazie a facili escursioni adatte anche alle famiglie. A cominciare dai sette forti presenti in Valsugana e nella zona di Passo Vezzena.
A questi si aggiungono diciannove luoghi di interesse raggiungibili con escursioni generalmente di bassa e media difficoltà, nel primo caso anche queste affrontabili da tutta la famiglia o da persone senza una particolare esperienza di montagna. Queste escursioni sono ora riportate e descritte anche in una cartina tematica realizzata dall’Apt     Valsugana Lagorai.
Tra le otto escursioni adatte anche alle famiglie figurano il Monte Panarotta e il Monte Fravort con le trincee citate da Robert Musil nei suoi diari, i due forti di Colle delle Benne a Levico Terme, riaperto da pochi mesi, e il Forte di Tenna, l'escursione da Passo Vezzena al Forte Spitz Verle sul Pizzo di Levico, l'Area Storica Zoparina in Val di Sella, l'Anepoz con il cippo confinario fra Trentino e Veneto risalente al 1752 e gli affascinanti Castelloni di San Marco al confine settentrionale dell'Altopiano della Marcesina, il Trincerone italiano di Grigno, il caposaldo di Monte Lefre con le sue trincee.
Salendo in quota, tra gli otto percorsi adatti ad escursionisti più esperti troviamo la Cima Manderiolo, la Cima della Caldiera e il Monte Ortigara, il caposaldo di Cima Valpiana e l’ospedale militare austriaco Herta Miller Haus. Di particolare valore storico il “Percorso della Memoria - Battaglione Monrosa” tra la Val Campelle e la Val di Rava, o la visita alle postazioni sul Tombolin di Rava lungo la celebre scalinata intagliata dagli Alpini.
Tra le proposte vi sono anche tre trekking con pernottamento nei rifugi del Lagorai: si tratta dell'Alta via del granito, Lagorai Panorama, e il Trekking del Sette Selle, itinerario letterario in alta Valle dei Mocheni dedicato a Robert Musil. A Borgo Valsugana infine, nell’ex Mulino Spagolla, è possibile visitare il museo dedicato alla Grande Guerra in Valsugana e Lagorai.