Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

TORNA IL PELLEGRINAGGIO CIVILE LUNGO IL SENTIERO DELLA PACE

Pellegrinaggio civile della Pace_foto Paolo Aldi

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno riprende il cammino del “Pellegrinaggio Civile” lungo il Sentiero della Pace. Messo in archivio il tracciato che segna il Trentino ad est, per questa edizione si percorre il fronte opposto: dal Passo del Tonale alla Campana dei Caduti. Quasi 250 chilometri che i pellegrini percorreranno da domenica 26 luglio a domenica 9 agosto.
L'iniziativa anche quest'anno è promossa dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti che vuole così dare un contributo di riflessioni importante alle celebrazioni per ricordare il centenario della Prima Guerra Mondiale. In questa seconda edizione il drammatico anniversario si intreccia con i novant'anni dei rintocchi di Maria Dolens.
Il “Pellegrinaggio Civile” che sarà percorso lungo il Sentiero della Pace, sul fronte occidentale e tra i luoghi simbolo della Grande Guerra rappresenta un cammino tra le montagne del Trentino, sul tracciato della memoria, per raggiungere da lontano la Campana dei Caduti di Rovereto, simbolo della Pace nel mondo e della conciliazione quotidiana con noi stessi e con gli altri. In tutta Europa è possibile trovare testimonianze del primo conflitto mondiale, fortificazioni, trincee, musei, ma ciò che non è possibile trovare in nessun altro luogo al mondo è la Campana dei Caduti. Maria Dolens, oltre ad essere il simbolo della tragedia della Grande Guerra, incarna con i suoi cento rintocchi il messaggio di Pace: mai più la guerra!
Dal Passo del Tonale all'alba di domenica 25 luglio prenderà avvio un cammino che si snoderà lungo un percorso che toccherà i luoghi più significativi del fronte occidentale: il Mandron, il Carè Alto, il Trivena, Lardaro, il Cadria, le fortificazioni nella zona di Riva del Garda, l'Altissimo, l'altopiano di Brentonico, il Creino, per arrivare a Rovereto il 9 agosto sul Colle di Miravalle all'ombra della Campana dei Caduti. I pellegrini si muoveranno lungo il percorso del “Sentiero della pace” realizzato dalla provincia autonoma di Trento trent'anni fa.
Un cammino non solo per appassionati di “fatti d’arme”, ma anche da persone disponibili e aperte a riflessioni di altra natura proprio sul tema della pace. L'idea è quella di dare un'anima al Sentiero, offrendo agli escursionisti non solo spunti di osservazione sugli aspetti tecnico-militari della guerra, ma anche motivi di meditazione sulle vicende umane che hanno coinvolto il soldato impegnato al fronte, a contatto diretto e continuo con altri soldati definiti “nemici” e in dialogo drammatico con i problemi dell’esistenza umana e con il mistero della morte. Meta finale del percorso è la Campana dei Caduti che oltre ad essere il simbolo della tragedia della Grande Guerra, incarna con i suoi cento rintocchi un alto messaggio di Pace. Percorrere il Sentiero della Pace, oltre che essere un utile esercizio fisico-sportivo e oltre a valorizzare sotto il profilo turistico i luoghi della prima guerra mondiale, diventerà anche un fruttuoso cammino di formazione personale sul tema della pace.
Il “Sentiero della Pace”, inteso in questo modo anche come “avventura spirituale”, dovrebbe aiutare il viaggiatore/pellegrino a scoprire nella natura gli elementi simbolici che potrebbero portarlo, al di là del visibile, a comprendere il mistero della vita e della morte (nei luoghi dove in brevi istanti poteva accadere appunto il passaggio dalla vita alla morte). Sarà un percorso insieme materiale e spirituale e la Campana sarà il punto di riferimento del Pellegrino.
L'iniziativa che quest'anno giunge alla seconda edizione nelle intenzioni degli organizzatori non dovrebbe rimanere limitata all’anniversario della guerra 1914-18, ma vorrebbe costituire un’attrazione durevole nel tempo, tale da dare avvio a una tradizione che possa prolungarsi ben oltre il 2018.

La partecipazione al pellegrinaggio è libera e gratuita. I partecipanti si assumono ogni responsabilità in relazione al percorso.


PROGRAMMA GIORNALIERO PELLEGRINAGGIO CIVILE DELLA PACE
 
1° TAPPA – 26 luglio – da Tonale a Rifugio Bedole – distanza 18,140 km
2° TAPPA – 27 luglio – da Rifugio Bedole a Rifugio Carè Alto – distanza 23,350 km
3° TAPPA – 28 luglio – Visita Bocchetta del Cannone
4° TAPPA – 29 luglio – da Rifugio Carè Alto a Rifugio Trivena – distanza 14,410 km

5° TAPPA – 30 luglio – Visita postazioni
6° TAPPA – 31 luglio – da Rifugio Trivena a Lardaro – distanza 25,728 km
7° TAPPA – 01 agosto – da Lardaro a Malga Cadria – distanza 11,060 km
8° TAPPA – 02 agosto – da Malga Cadria a Rifugio Pernici – distanza 17,570 km
 
9° TAPPA – 03 agosto – da Rifugio Pernici a Torbole – distanza 20,520 km
10° TAPPA – 04 agosto – da Torbole a Rifugio Altissimo – distanza 17,100 km
11° TAPPA – 05 agosto – da Rifugio Altissimo a Polsa – distanza 18,480 km
12° TAPPA – 06 agosto – da Polsa a Brentonico – distanza 13,330 km
 
13° TAPPA – 07 agosto – da Brentonico a Mori  – distanza 8,100 km
14° TAPPA – 08 agosto – da Mori a Ronzo Chienis – distanza 16,700 km
15° TAPPA – 09 agosto  - da Ronzo Chienis a Campana dei Caduti – distanza 19,980 km