Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

A ROVERETO LA MOSTRA "GLI SPOSTATI. PROFUGHI, FLÜCHTLINGE, UPRCHLÍCI. 1914-1919"

Gli spostati. Profughi, Flüchtlinge, Uprchlíci. 1914-1919

Verrà inaugurata sabato 21 novembre alle ore 11.00 a Rovereto la mostra dedicata alla vicenda dei profughi trentini nella Prima guerra mondiale a cura del Laboratorio di storia di Rovereto, in collaborazione con la Fondazione Museo civico di Rovereto e il Museo Storico Italiano della Guerra, e con il contributo del Servizio Attività culturali della Provincia autonoma di Trento, del Comune di Rovereto e della Comunità della Vallagarina.

L’esposizione, ospitata a Palazzo Alberti Poja, comprende foto, testi di diari e di lettere, mappe e tabelle appositamente predisposte, dipinti, oltre che quaderni di memorie, cartoline, i fogli gualciti delle lettere (ma ci sono anche lettere scritte su cortecce d’albero), i bauli, i registri dei campi profughi, gli oggetti riportati dai profughi dal loro esilio.

Una mappa sugli spostamenti coatti di popolazioni in Europa durante la Grande Guerra, elaborata da ricercatori dell’Università di Trento, darà per la prima volta la visione continentale del fenomeno dei profughi, una realtà che nella Prima guerra mondiale ha assunto immediatamente dimensioni di massa mai prima registrate e che nel corso del Novecento fino ad oggi ha conosciuto infinite repliche, come testimonia la cronaca di questi mesi.

La mostra è parte di un più ampio progetto che la Provincia autonoma di Trento ha dedicato alle vicende e al racconto dell’esperienza dei profughi, che comprende oltre alla mostra anche la pubblicazione di un’opera in due volumi dal titolo "Gli spostati. Profughi, Flüchtlinge, Uprchlíci. 1914-1919", ed il convegno internazionale appena concluso “Profughi/Rifugiati. Spostamenti di popolazioni nell’Europa della Prima guerra mondiale. Alle radici di un problema contemporaneo".

Per maggiori informazioni vista la scheda della mostra.