Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

LE INIZIATIVE PER IL CENTENARIO BATTISTIANO

Battisti

È stato presentato oggi il programma di iniziative dedicate al centenario della morte di Cesare Battisti, nonché di Damiano Chiesa e Fabio Filzi, coordinato dal Comitato trentino per le Commemorazioni del Centenario della Grande Guerra, presieduto dall'assessore alla cultura Tiziano Mellarini.
"Abbiamo bisogno di una memoria che sia inclusiva", sono state le parole dell'assessore alla cultura, Tiziano Mellarini, che ha ripercorso le principali iniziative messe in campo per ricordare le figure di Cesare Battisti, Damiano Chiesa e Fabio Filzi, a cento anni dalla loro morte durante il Primo conflitto mondiale, definite "tre figure importanti dell'irredentismo trentino, che hanno compiuto una scelta coraggiosa", e ha infine ricordato il collegamento fra la Provincia autonoma di Trento e la Struttura di Missione per il centenario della Prima guerra mondiale istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Nel corso della conferenza stampa è intervenuto anche il nipote, Marco Battisti, il quale ha elogiato il programma perché "consente di far uscire dalla cristallizzazione Battisti, Filzi e Chiesa, di far ritornare questi personaggi alla vita vera". Accanto alle commemorazioni ufficiali, in programma per Battisti a Trento e per Chiesa e Filzi a Rovereto con cerimonie nei consigli comunali, incontri, installazioni e recital, vi sono infatti una serie di iniziative che vedono coinvolte le associazioni del territorio, gli enti culturali, le scuole, l'Università, L'Associazione nazionale alpini e tanti altri soggetti.

Mostre
Fra le iniziative espositive da segnalare:
- "Tempi della storia, tempi dell'arte. Cesare Battisti tra Vienna e Roma" è la mostra che verrà inaugurata il 12 luglio, data in cui Battisti venne ucciso, presso il Castello del Buonconsiglio, alla cui preparazione collaborano la Fondazione Museo Storico, il Museo della Guerra di Rovereto, l’Accademia degli Agiati di Rovereto, la Fondazione Bruno Kessler, la Società di Studi Trentini, l’Università di Trento - Dipartimento di Lettere e Filosofia, il Comune di Trento, numerosi studiosi e prestigiose istituzioni italiane ed austriache per i prestiti di importanti opere. L'esposizione punta a offrire una lettura oggettiva di un momento storico cruciale, attraverso un percorso accattivante che valorizza l'articolazione delle sale e converge sui siti di diretta memoria battistiana, dalle celle alla sala del tribunale militare fino alla fossa dei Martiri, il tutto attraverso una selezione accurata di materiali, documenti, dipinti, sculture, fotografie e cartoline, nonché installazioni informatiche per accompagnare il visitatore nella conoscenza di una fase cruciale della Grande Guerra in Trentino.
- "Cesare Battisti e la conoscenza del territorio" è la mostra che la Sat organizza dal 17 giugno al 31 luglio, presso la sede di via Manci a Trento.
- "Battisti geografo in Valsugana" sarà invece ospitata nel mese di giugno al Forte austro-ungarico di Colle delle Benne, recentemente restaurato dalla Soprintendenza provinciale e situato in cima al colle omonimo sovrastante il lago di Levico.

Convegni
Ricchi e articolati i seminari proposti, fra questi in aprile si è tenuto il convegno "Cesare Battisti e il lavoro culturale" promosso dalla Fondazione Museo storico del Trentino e dalla Società di Studi Trentini di Scienze Storiche per rilanciare nello specifico il ruolo di studioso e di organizzatore culturale di Battisti; fra i prossimi appuntamenti si ricordano:
- Il 23 e il 24 giugno è in programma il convegno "Il socialismo di fronte alla Grande Guerra. In occasione del centenario della morte di Cesare Battisti", organizzato da Fondazione Museo storico del Trentino, Associazione Socialismo, Fondazione Di Vittorio.
- Il 29-30 settembre presso il Castello del Buonconsiglio verrà proposto il convegno "La Grande Guerra e la dissoluzione di un impero multinazionale", organizzato dalla Fondazione Bruno Kessler e dalla Fondazione Caritro, curato da Paolo Pombeni e suddiviso in tre sessioni: "La questione nazionale nella gestione di una Grande Guerra", "La Grande Guerra e gli italiani d'Austria", "La guerra e le nazionalità dell'Impero", che si concluderà con la prima dello spettacolo "Battisti Cesare, segni particolari: nessuno", di Andrea Castelli, il cui titolo è preso dagli atti del processo a Battisti.
- Il 27 e il 28 ottobre, l'Università degli Studi di Trento e la Provincia autonoma di Trento propongono invece il convegno internazionale "Cesare Battisti geografo e cartografo di frontiera", curato da Elena Dai Prà e ospitato sempre presso il Castello del Buonconsiglio.

Eventi
Fra i numerosi appuntamenti in programma vi sono:
- Il 21 maggio alle 21, l'Orchestra "I Filarmonici" di Trento propone al Teatro Sociale di Trento la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi nel centenario della morte di Battisti e in ricordo dei caduti di tutte le guerre.
- L'11 giugno la sezione Ana di Trento, il Club Armonia e il coro della Sat porteranno a Milano il recital in memoria di Cesare Battisti dal titolo "Di legno e di corda", di Renzo Fraccalossi, che sarà riproposto a Trento il 23 settembre.
- Il 9-10 luglio alla Campana dei Caduti di Rovereto si terrà lo spettacolo "Gli ultimi giorni dell'umanità". di Karl Kraus
- Il 17 luglio alle 17, presso Forte Pozzacchio, l'Associazione Tra Le Rocce il Cielo propone il "Processo a Cesare Battisti", una conferenza spettacolo che vedrà inscenare un vero e proprio processo a Battisti.
- Il 2 ottobre a Rovereto si terrà lo spettacolo "Battisti Cesare, segni particolari: nessuno", di Andrea Castelli, il cui titolo è preso dagli atti del processo a Battisti.

Incontri
Il Comune di Rovereto, l'Accademia degli Agiati e il Museo storico italiano della Guerra di Rovereto presentano fra l'autunno e l'inverno un ciclo di sei incontri dedicati ai volontari italiani, a Damiano Chiesa, Fabio Filzi e Cesare Battisti, nonché ai processi.
Sempre il Comune di Rovereto, l'Accademia degli Agiati e il Museo storico italiano della Guerra di Rovereto propongono tra maggio e giugno quattro appuntamenti con le classi di alcune scuole superiori della città.

Installazioni
Nel mese di luglio la Fondazione Museo storico del Trento e il Comune di Trento promuoveranno sei installazioni multimediali in altrettanti luoghi "battistiani" della città.

Altre iniziative
Non mancheranno poi numerosi appuntamenti che vedranno coinvolte le scuole trentine con incontri culturali, seminari e spettacoli, nonché iniziative editoriali coordinate dalla Fondazione Museo storico del Trentino e la messa in onda, sul canale "History Lab" delle sei puntate del progetto Battisti.

Qui il Comunicato integrale dell’Ufficio Stampa PAT del 9/5/2016