Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

BRENTONICO E LA GRANDE GUERRA. STORIE, IMMAGINI, MUSICHE E NARRAZIONI

Un ciclo di appuntamenti promosso dal Comune di Brentonico in collaborazione con numerose associazioni del territorio con spettacoli, presentazioni di libri e incontri tematici.

Brentonico e la Grande Guerra_1096X600

Il Comune di Brentonico promuove un ciclo di appuntamenti dal titolo

BRENTONICO E LA GRANDE GUERRA. STORIE, IMMAGINI, MUSICHE E NARRAZIONI

In collaborazione con Gruppi ANA di Brentonico e Nago-Torbole, Arci brentonico, Associazione Un territorio Due fronti, Istituto Comprensivo di Mori e Brentonico, Museo Nazionale storico degli Alpini e Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.

La storia di Brentonico durante la Grande Guerra è particolarmente complessa. Territorio austroungarico, nel 1914 vede circa 7-800 dei suoi uomini reclutati nell'esercito arburgico. A seguito della dichiarazione di guerra italiana, per alcuni mesi il territorio di Brentonico diventa zona di interregno: ci stanno a turno italiani e austroungarici, fino all'ottobre del 1915, quando il fronte austroungarico si ritira sulle pendici della Val di Gresta e l'intero Altopiano viene conquistato dal Regio Esercito Italiano fino alla valle moriana. Nei mesi di interregno gli austroungarici arrestano e internano a Katzenau una cinquantina di cittadini ritenuti filo italiani. Stessa cosa fanno gli italiani, che arrestano e internano in diverse località italiane, soprattutto molisane, un centinaio di cittadini ritenuti filo austriaci. In questi mesi sono anche parecchi i cosiddetti fuoriusciti: brentegani che scappano al Nord per non venire arrestati dagli italiani ed altri che scappano al Sud per non venire arrestati dagli austroungarici. La maggior parte della popolazione civile (circa tremila persone) rimane comunque sul territorio, essendo il fronte brentegano poco guerreggiato. Nel maggio del 1916, il giovedì 18, a seguito delle incursioni della Spedizione Punitiva, le autorità italiane ordinano lo sgombero di tutti i civili di Brentonico e frazioni. L'ordine è di abbandonare tutto e di raggiungere la stazione di Avio, da dove saranno in alcuni giorni via treno distruibuiti in circa 140 comuni di tutte le regioni italiane, isole comprese. Anche in questo caso la storia si complica ulteriormente: dei circa tremila esiliati, alcune centinaia decidono di non eseguire l'ordine degli italiani e scelgono il confino nei territori austroungarici (una dozzina di comuni).

La programmazione delle iniziative intende anche favorire la memoria e la consapevolezza delle complicate vicissitudini della Grande Guerra su Brentonico.
 

PROGRAMMA COMPLETO DEGLI APPUNTAMENTI


Martedì 16 maggio 2017
Ore 10.30, Teatro Monte Baldo
UN GIORNO IN TRINCEA
LA GRANDE GUERRA DEI POVERICRISTI
Mauro Neri presenta il suo racconto liberamente ispirato alla battaglia di Malga Zurés combattuta il 30 dicembre 1915 tra gli Alpini italiani e gli Standschützen austriaci. Sarà anche proiettato il docufilm rievocativo della battaglia. Incontro per la scuola media di Brentonico e aperto a tutti.

Venerdì 19 maggio 2017
Ore 21.00, Centro culturale
INTERNATI BRENTEGANI A TRECATE NELLA GRANDE GUERRA
Proiezione del video realizzato da Rosanna Giacomolli e Mirco Grottolo. Cronaca di una giornata di amicizia e riconoscenza.

Sabato 20 maggio 2017
Ore 17.00, Biblioteca comunale
PICCOLE MEMORIE
Per “Gli oracoli del sabato”, presentazione del diario di guerra di ALESSANDRO SILVESTRI, soldato del Regio Esercito Italiano a Brentonico e dintorni durante la Grande Guerra. Con Camillo Zadra (Provveditore del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto) e Loreta Morandini (nipote di Alessandro Silvestri).

Domenica 21 maggio 2017
Ore 11.00, Municipio Sala Consiliare
CENTO ANNI DOPO MILLE VOLTE GRAZIE
Incontro istituzionale con gli amministratori dei Comuni di Trecate, Ala, Colle Santa Lucia, Torcegno.

Domenica 21 maggio 2017
Ore 16.00, Palazzo Eccheli Baisi
MONTE GIOVO: CAPOSALDO QUOTA 609
Presentazione della guida storica e documentaria dell’avamposto della Grande Guerra recentemente recuperato. Con Carlo Ancona, Fabiano Dossi, Riccardo Giuliani.
Interventi musicali con Noirêve (folktronica).

Venerdì 26 maggio 2017
Ore 21.00, Palazzo Eccheli Baisi
CESARE BATTISTI: LETTERE DAL MONTE BALDO
Cesare Battisti fu Ufficiale degli Alpini sul Monte Baldo dal novembre 1915 al gennaio 1916. Saranno lette alcune lettere da lui scritte alla moglie dal fronte brentegano. Con Nicola Zoller. Interventi musicali con Gabriele Girardelli (armonica a bocca).

Domenica 28 maggio 2017
Ore 16.30, Teatro Monte Baldo
BAMBINI CITTADINI DEL MONDO
Musical sulla pace, la convivenza e la fratellanza con gli alunni della classe 5aC della Scuola Primaria di Mori. Spettacolo conclusivo del progetto “Senza confini”. Regia della maestra Giovanna Rocca.

26, 27, 28 maggio 2017
Palazzo Eccheli Baisi
GRANDE GUERRA: IL FRONTE ITALIANO
Mostra documentaria in occasione del 70° anniversario di fondazione del Gruppo ANA di Brentonico. Orario mostra: 10-12, 14-18.

Informazioni:
www.comune.brentonico.tn.it
0464 395059