Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

SCHIO, ROVERETO E TRAMBILENO, INSIEME PER PROMUOVERE IL TERRITORIO E I SUOI VALORI STORICI

52 gallerie del Pasubio

Tre comuni legati alla memoria della Grande Guerra, oggi insieme per ricordare i fatti che in quei luoghi si svolsero. Rovereto, Schio e Trambileno, riconoscono il reciproco valore storico e propongono ai visitatori la scoperta di due territori contigui offrendo agevolazioni sulla visita ai luoghi che raccontano il conflitto che li vide protagonisti.

Rovereto, Schio e Trambileno, territori legati alla memoria della Grande Guerra; la prima per il Sacrario di Casteldante, il Museo Storico Italiano della Guerra, la grande Campana dei Caduti; la seconda perché città di guerra, retrovia di uno dei teatri più sanguinosi di quel conflitto, il Pasubio, verso il quale affluirono a migliaia i soldati inviati a resistere agli attacchi dell’esercito austro-ungarico desideroso, soprattutto nel 1916, di aprirsi un varco nelle difese italiane verso la pianura veneta, Padova, Venezia; la terza per Forte Pozzacchio, l'ultima fortezza dell'impero austro-ungarico, una macchina da guerra incompiuta scavata completamente nella montagna.

Nel 1917, con un progetto ambizioso, l’esercito italiano realizzò in pochi mesi una strada di arroccamento per portare in quota, al riparo dai tiri dell’artiglieria austro-ungarica, i rincalzi, i vettovagliamenti, i rifornimenti di armi, il legname per le baracche, e riportare a valle i sopravvissuti a mesi di combattimenti, i feriti, i morti. Nacque così la strada delle 52 gallerie: un percorso audace, scavato per un terzo dentro la roccia, perfetto per gli scopi che si riprometteva.
A quella strada Schio oggi dedica una significativa mostra a Palazzo Fogazzaro, curata da Claudio Rigon. Chi la visita e già conosce la strada, prova il desiderio di ripercorrere nuovamente quei 7 chilometri che da Bocchetta Campiglia portano al Rifugio Papa. Chi non la conosce, la vede nascere e crescere nelle foto del tempo e nei testi che le accompagnano, e ne comprende non solo la storia, ma il mito, la capacità di quell’impresa di rappresentare quella guerra disumana e al tempo stesso così umana. L’eroismo dei costruttori fu pari a quello dei combattenti, la genialità dei progettisti pari a quella di chi traforò i Denti del Pasubio per ricoverarvi i soldati o per trasformare le gallerie nelle trappole micidiali intasate di esplosivo.
Sul versante opposto del Pasubio, verso il Trentino e la Vallagarina, le strade si inerpicano in modo più graduale verso l’area del massiccio interessata dalla guerra. Alla sua base, nascosto nella pietra sul versante destro della Vallarsa, sta il forte di Pozzacchio (Valmorbia Werk), imponente macchina da guerra incompiuta, oggi restaurata e visitabile. Avamposto delle difese orientali della Vallagarina, ultima risposta della fortificazione permanente austro-ungarica al potere delle artiglierie, offriva a chi vi soggiornava la protezione di metri e metri di roccia, e la prospettiva di una tomba nel cuore della montagna.

Per quanti vogliono comprendere e ricostruire gli eventi di allora, da una parte e dall'altra, queste porzioni di territori veneto e trentino offrono oggi documenti, reperti e musei diffusi di straordinaria ricchezza. È per questo che ai visitatori viene data la possibilità di beneficiare di agevolazioni reciproche nei seguenti siti ed esposizioni: Mostra: “La Strada delle Gallerie ha 100 anni” - Schio; Museo Storico Italiano della Guerra – Rovereto; Forte Pozzacchio – Trambileno, con una riduzione sui prezzi dei rispettivi biglietti.


RIDUZIONE BIGLIETTO MOSTRA: “LA STRADA DELLE GALLERIE HA 100 ANNI”
A chi presenta il biglietto di ingresso al Museo della Guerra di Rovereto sarà praticata la riduzione sull'ingresso alla Mostra pari al costo del biglietto ridotto (da 5,00 a 3,00 euro)
fino al 24 settembre 2017
Palazzo Fogazzaro – via Pasini, 44 – 36015 Schio (VI)
orari: mercoledì - domenica ore 10-19
BIGLIETTI: Intero € 5,00, ridotto € 3,00 (giovani 13-25 anni, residenti nel comune di Schio, Soci CAI, visitatori del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto e di Forte Pozzacchio a Trambileno),  scuole € 2,00, gratuito per bambini e  ragazzi fino ai 12 anni
Info: tel. 0445.691392 cultura@comune.schio.vi.it,  www.stradadellegallerie.it
visita guidata ogni primo sabato del mese, prossima visita sabato 1 luglio ore 17,30 e laboratorio per ragazzi ore 16 età 7-11 anni
Per informazioni e prenotazioni su laboratori  e visite guidate:Biosphaera: tel. 0445.1716489
gallerie100anni@biosphaera.it

RIDUZIONE BIGLIETTO ED EVENTI ESTATE MUSEO DELLA GUERRA
A chi presenta il biglietto di ingresso alla mostra di Schio sarà applicata la riduzione sull’ingresso al Museo (da 7,50 a 5,50 euro).
Con il biglietto di ingresso al Museo è possibile visitare il Castello di Rovereto con i torrioni che ospitano le collezioni di armi antiche e di età moderna, le sale dedicate alla Prima guerra mondiale, le mostre temporanee e la Sezione Artiglierie nell’adiacente piazza del Podestà.
Il biglietto inoltre dà diritto a sconti e agevolazioni in diversi esercizi convenzionati oltre che alla visita a tariffa ridotta al Forte di Pozzacchio.
Per chi desidera programmare una visita a Rovereto il Museo della Guerra propone ogni giovedì pomeriggio alle ore 16 una visita guidata gratuita alla collezioni (il solo costo è quello del biglietto di ingresso, con la riduzione per chi ha visitato la mostra di Schio e senza bisogno di prenotazione).
Per unire cultura e gusto e conoscere i prodotti tipici della Vallagarina nel corso dell’estate sono in programma anche gli Aperitivi al Castello che prevedono una visita guidata ed un aperitivo con i vini della Cantina d’Isera accompagnati dai prodotti tipici della Vallagarina (su prenotazione entro le ore 12 del giorno precedente allo 0464 438100 www.museodellaguerra.it. Date: 12 luglio, 2 e 23 agosto, 12 settembre, 4 ottobre).

RIDUZIONE  BIGLIETTO ED EVENTI ESTATE FORTE POZZACCHIO
A chi presenta il biglietto di ingresso alla mostra di Schio sarà applicata la riduzione sull’ingresso a Forte Pozzacchio (da 4,00 a 2,00 euro).
Quest’estate il Forte propone un calendario visite guidate su prenotazione (16, 23 luglio - 13, 15, 27 agosto - 3, 24 settembre - 8, 29 ottobre) con partenza dalla biglietteria ore 14 ed eventuale secondo gruppo alle ore 16. Inoltre vengono proposti una serie di appuntamenti con l’arte, il cinema e lo spettacolo. Da non perdere a luglio l’appuntamento con “Geografie del Pasubio” (1-15 luglio), scuola estiva di reportage. Quattro giorni di trekking tra i rifugi e le malghe del Monte Pasubio con incontri dedicati al reportage e al racconto dei luoghi e degli uomini assieme a importanti reporter (e non solo) nazionali e internazionali. Accanto agli incontri riservati a chi partecipa alla Scuola estiva anche momenti aperti a tutti con grandi nomi: da Valerio Pellizzari a Martin Pollack (autore di Galizia e Paesaggi contaminati), da Burhan Ozbilici (vincitore del World Press Photo 2017) a Edoardo Camurri (Viaggio nell'Italia del Giro della RAI). Info e prenotazioni: 345 1267009 www.fortepozzacchio.it  e www.geografiesulpasubio.it


LE INIZIATIVE COLLEGATE ALLA MOSTRA: “LA STRADA DELLE GALLERIE HA 100 ANNI”
Prossimi incontri (ingresso libero):
mercoledì 5 luglio 2017 ore 21.00 - Lanificio Conte spazio espositivo Largo Fusinelle
Il rilievo con il laser scanner della strada delle gallerie
con Federico Dalle Pezze
venerdì 25 agosto 2017 ore 21.00 -Lanificio Conte spazio espositivo Largo Fusinelle
L'alta via della Grande Guerra sulle Prealpi Vicentine
Il progetto e le prospettive
con Manuel Grotto
venerdì 15 settembre 2017 ore 20.30 – Palazzo Toaldi Capra, Via Pasubio 52
La costruzione dei paesaggi
Natura e Storia
con Annibale Salsa

INDICAZIONI PRATICHE PER PERCORRERE LA STRADA DELLE GALLERIE
Partenza: Bocchetta Campiglia (parcheggio a pagamento).
Dislivello: 784 m -Tempo di percorrenza: 3 ore - Carta topografica di riferimento: Sezioni vicentine del CAI, Sezione 1, foglio Pasubio-Carega 1 : 25000
Periodo consigliato: da giugno a ottobre - Sentiero CAI 366 di media difficoltà per dislivello e alcuni tratti esposti (segnalato EE/escursionisti esperti).
Il percorso richiede un po' di allenamento, calzature robuste, abbigliamento da montagna, borraccia di acqua Consigliati bastoncini, occhiali da sole, creme solari e copricapo. Indispensabile la pila: molte gallerie sono lunghe e prive di luce.
Da Schio (VI) in auto, si prende la S.P. 46 del Pasubio. Si passa per Valli del Pasubio e si prosegue fino a Ponte Verde (901 m). Prima di varcare il ponte si gira a destra percorrendo la strada che sale a Passo Xomo (1058 m). All’altezza dell’omonimo rifugio si prende a sinistra lungo la strada che porta a Bocchetta Campiglia (1216 m), oppure a piedi per il sentiero 366 il cui inizio è proprio a Passo Xomo (prendere in questo caso direzione Bocchetta Xetele, vedi tabelle segnavia poco dopo il rifugio).
Escursioni guidate a cura di Biosphaera - tel. 0445.1716489 gallerie100anni@biosphaera.it

ITINERARI SUI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA A ROVERETO E IN VALLAGARINA
L’Azienda per il Turismo di Rovereto e Vallagarina invita a scoprire i luoghi della Prima guerra mondiale  recandosi nelle località indicate in una mappa tematica in cui sono presenti monumenti, manufatti e memorie della Grande Guerra in Vallagarina. A chi conclude il percorso entro il 31.12.2017, verrà offerta in omaggio una piccola confezione di prodotti tipici del territorio. Varrà come prova dell’effettiva visita ai luoghi un selfie scattato in ognuna delle località incluse in mappa.
Inoltre tutta l’estate l’Apt propone un fitto calendario di escursioni guidate a tema in collaborazione con gli Accompagnatori di Territorio del Trentino. Info e prenotazioni: www.visitrovereto.it 0464 430363


26/06/2017