Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO PER FORTE CADINE

Assegnato il “Marchio del Patrimonio Europeo” al forte austro-unarico costruito a difesa di Trento prima della Grande Guerra e ora gestito dalla Fondazione Museo storico del Trentino. Il forte è l'unico sito italiano ad aver ottenuto il prestigioso riconoscimento.

Forte Cadine

Giovedì 1° febbraio si è riunito il Comitato per il Centenario della Grande Guerra, presieduto dall'assessore alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile delle Provincia autonoma di Trento, in cui sono state illustrate le principali iniziative per il 2018.

L'incontro è stato anche occasione per comunicare ufficialmente l'assegnazione del “Marchio del Patrimonio Europeo” al Forte di Cadine – gestito dalla Fondazione Museo storico del Trentino –, unico sito italiano ad aver ottenuto il prestigioso riconoscimento. Tale marchio viene assegnato a siti che abbiamo apportato un contributo rilevante alla storia e alla cultura europee e Forte Cadine è riuscito a far valere la propria vocazione di luogo un tempo di confine e oggi sede di attività didattiche, culturali e artistiche che promuovono l’incontro e il dialogo interculturale anche in ambito europeo. Nei prossimi anni, il Forte svilupperà ulteriormente la propria vocazione di luogo di confronto internazionale, attraverso iniziative volte a sensibilizzare i cittadini sui comuni valori culturali europei, sviluppando e ampliando le attività didattiche, culturali e artistiche che qui già si svolgono. Il riconoscimento di Forte Cadine nel EHL (European Heritage Label) consentirà, inoltre, di dare continuità alle opere di manutenzione della struttura, garantendo una gestione del sito rispettosa dell'ambiente e contribuendo alla preservazione delle aree boscate limitrofe e ricadenti in area di tutela ambientale e paesaggistica.
La cerimonia ufficiale di conferimento del marchio si terrà in Bulgaria, probabilmente nel mese di marzo.

Per quanto rigurda la programmazione delle iniziaitive per il Centenraio, le proposte pervenute dalle amministrazioni e dalle Comunità di valle sono variegate e coinvolgono la quasi totalità del territorio trentino. Due sono i grandi temi attorno ai quali sono state strutturate le iniziative: il Sentiero della pace e la fine del conflitto. Naturalmente l'Adunata nazionale degli Alpini, prevista a Trento dall'11 al 13 maggio, è l'evento di maggior rilievo, che ha dato grande impulso anche all'organizzazione di eventi culturali: saranno 25 infatti le mostre proposte tra Trento e Rovereto.
Tutti i presenti hanno sottolineato come l'organizzazione degli eventi legati al Centenario – che a breve verranno calendarizzati e adeguatamente promossi - abbia prodotto un vero e proprio gioco di squadra tra istituzioni e territori, rappresentando un modello “virtuoso”, esportabile anche fuori dal Trentino.

 

Comunicato Ufficio Stampa PAT del 01/02/2018